26 Di line e di lane
La scelta di una donna
di Pietro Jozzelli   

Share

L’ultimo santo che ho incontrato è una donna di mezza età, coda di cavallo a soffocare i capelli, occhi lampeggianti, mani nervose sempre in movimento evitate anche dalla fede nuziale. Era una donna giovane e attraente quando incontrò il suo destino, una bimba con gravi disabilità che sua cugina aveva messo al mondo. Per vent’anni si è presa cura di questa bambina diventata ragazza e poi donna, dopo che la madre morì di crepacuore in un giorno che stranamente sapeva di primavera. Non ne ha fatto né un dramma né un sacrificio da usare come bandiera, l’ha vissuto come una scelta che gli è apparsa inevitabile e al tempo stesso perfettamente libera, e sa Iddio quante volte si è maledetta per averlo fatto e quante volte, stringendosi con un gesto secco la crocchia, ha ricominciato là dove aveva intuito l’errore dell’abbandono. Non ho mai pensato a questa donna come a una santa, illuminata da una speciale virtù beatificante. Mi è apparsa come una donna che ha saputo scegliere, che ha riempito la sua vita di una doppia vita. Insomma, più completa e più bella della mia.

Share