18 Dylan Bob
Il clarinetto corre in autostrada e Mozart si ferma all’Autogrill
di Marco Poggiolesi   

Share

...come l’assolo di un clarinetto che corre veloce lungo l’autostrada al mattino, come un filo d’erba di campo che precipita sulla scogliera, come il fumo che si arrampica sulla parete e si infrange sulla cornice di una foto in bianco e nero, come il Jazz, come il bacio della ragazza troppo gentile per vederla sparire nella nebbia, come la soffice carezza di una mano indurita dalle rughe del tempo, come la sapienza di un marinaio confinato in terraferma dal vento e dall’età, come il “Si bemolle”, come la bicicletta dimenticata a quel palo arrugginito, come la musica, come il clown dentro un quadro che piange sulla parete di un bar, come Vincent, come il bicchiere di vino del tuo amico che hai conosciuto tanti tanti anni fa, come le parole ascoltate di un partigiano, come Mozart in filodiffusione, come il canto della sirena cieca, come la chitarra, “ed è una dura pioggia che sta per cadere”...

Share