27 Un verre de vin rouge
di Ugo Federico   

Share

Invito a cena, si chiacchiera del più e del meno. Finalmente si stappa la bottiglia ordinata e che sarà ricordata nel tempo perché scelta con cura ed attenzione. Poi uno, due bicchieri e le inibizioni vanno via piano piano facendo prevalere uno stato di inconscio dove sogno e realtà si mischiano e si amalgamo a tal punto che è difficile distinguerli. Il ricordo di una cena a Capri con quella che poi è diventato per me l’amore della vita. Sotto una fantastica limonaia il calore e l’eleganza di quel magnifico Taurasi riserva Radici di Mastroberardino suscitava in noi emozioni emotive forti donandoci un senso di leggerezza. Ricorderò sempre il suo colore granato impenetrabile e quel profumo di marmellata di ciliegia mischiata al tabacco da pipa. Vino eccelso per fattura e per la cura nella sua vendemmia. Frutto di un territorio da me sempre amato e mai dimenticato. Il mattino seguente, il sorriso ingenuo sul volto ed il dubbio poi smentito di aver solo sognato.

Share