22 Dylan Bob
Piero Ciampi, una città e il porto delle illusioni
di Marco Poggiolesi   

Share

Comincia leggero, quasi timido, quel pianoforte, come se avesse timore dei versi che sta per accompagnare, poi arriva la voce. Calda e triste come la voce di un amico che, durante una sera d’inverno lungo il porto, sta per confidarti un segreto tenuto dentro troppo a lungo. Dedicata a chi ha perso la sua ultima e migliore occasione, dedicata a chi piange e non se ne vergogna, dedicata allo zio, dedicata a chi vuole partire e a chi vuole tornare, dedicata a te che mi stai leggendo, dedicata alle strade, le facce, i vicoli e i porti di una città che si è presa un pezzo del mio cuore: Livorno. Piero Ciampi. “Ho trovato una nave che salpava ed ho chiesto dove andava. Nel porto delle illusioni mi disse quel Capitano”.

Share