3 Ri-cercata
Ai nostri figli
di Clara Ballerini   

Share

Quando si parla di luoghi dell’uomo la divisione storica fra antropologia, idealmente dedicata a ciò che la gente pensa, e psicologia, dedicata a come lo pensa, non è più possibile. Il contenuto e il processo non sono separabili in modo preciso, millimetrico: le differenze culturali di ciò che la gente pensa diventano differenze anche di come le pensa. Cosa vuol dire? Facciamo un esempio: è stato dimostrato, mettendo a confronto nativi americani e americani di origine europea entrambi residenti in una zona rurale, che avere un concetto diverso dei posti degli uomini ha conseguenze in campo cognitivo in termini di costruzione della conoscenza e della memoria. Una delle domande poste ai due gruppi era circa cosa sia importante insegnare ai propri figli riguardo al mondo naturale, la risposta dei nativi americani era “che ne facciamo parte”, gli altri “che dobbiamo averne cura”. Cerchiamo allora di essere esigenti, perché con buona probabilità il concept proposto che diviene un nostro luogo non resterà asetticamente confinato in se stesso, nel tempo quel preciso luogo antropologico potrà influenzare il nostro modo di pensare.

Share