17 Gatti
Arnie and Soot sul Frecciarossa
di Kate Mc Bride   

Share

From all reports, Arnie and Soot left Florence for the time being. We imagine they boarded the high-speed train for Milan to follow their friend Maria Cassi to the Teatro Franco Parenti where she performs her famous show Crepapelle. All along the way, our due gatti peer out the window of the train and watch the countryside fly by.

Almost blurry, the images mix up with the reflection of their own faces in the glass. Outside the city of Florence, the chestnut-covered mountains of Mugello loom. Thoughts of chestnut-infused honey, chestnut flour, pasta filled with chestnut paste and roasted chestnuts enter their taste buds. Next, the plains of the Po. Is that a bright red Ferrari or a bright red Ducati or a bright red Maserati or a bright red Lamborghini flashing by in the distance? Now thoughts of aged Parma cheese, aged balsamic, aged ham and aged opera singers enters their minds. Hungry, they find a snack in the bar car of the train before arriving at the central station of Milan. They wait patiently by the exit, surrounded by piles of suitcases and clamoring feet. The moment the door sucks open, the excited pair leap from the train onto the platform and race one another through the city’s streets to the theatre. Just in time, they settle into their velvety red seats as the lights dim, the crowd lets out a cheer and claps wildly in anticipation of Maria entering the stage.

 

 

Traduzione:

Secondo tutte le nostre fonti, Arnie and Soot hanno lasciato Firenze, per il momento. Supponiamo che si siano imbarcati sul treno ad alta velocità per Milano per seguire la loro amica Maria Cassi al Teatro Franco Parenti dove si esibisce col suo famoso spettacolo "Crepapelle". Lungo tutto il viaggio, i nostri due gatti sbirciano fuori dal finestrino del treno e guardano la campagna scorrere via. Quasi indistinte, le immagini si mescolano col riflesso dei loro stessi musi sul vetro. Fuori dalla città di Firenze, le montagne coperte di castagni del Mugello spariscono in lontananza. Pensieri di castagne nel miele, farina di castagne, pasta ripiena di crema di castagne e castagne arrosto entrano nelle loro papille gustative. Poi, la pianura del Po. È una Ferrari rossa, o una Ducati rossa, o una Maserati rossa o una Lamborghini rossa che sfreccia in lontananza? Adesso pensieri di formaggio di Parma stagionato, aceto balsamico stagionato, prosciutto stagionato e cantanti d'opera stagionati gli passano per la testa. Affamati, trovano uno snack nel vagone bar del treno prima di arrivare alla stazione centrale di Milano. Aspettano pazientemente vicino all'uscita, circondati da pile di bagagli e piedi rumorosi. Non appena lo sportello si spalanca, l'eccitata coppia balza giù dal treno sulla piattaforma e si rincorre per le strade della città verso il teatro. Giusto in tempo, prendono posto sulle poltroncine di velluto non appena le luci si abbassano, la folla lancia un grido e applaude selvaggiamente in attesa che Maria salga sul palco.

Share