30 Un verre de vin rouge
di Ugo Federico   

Share

La giornata sarà molto lunga, e sono certo che ad un certo punto avremo bisogno di una piccola pausa. Sono le due, la stanchezza si fa sentire quindi decidiamo che è arrivato il momento di sedersi un po', magari con un produttore che ci racconti la sua storia. Ed è così che abbiamo conosciuto Stella di Campalto, madre dell'omonimo Rosso di Montalcino e del suo fratellone Brunello. La famiglia ha acquistato il podere di San Giuseppe, fazzoletto di terra di 15 ettari (6 di vigneto), a Montalcino negli anni Novanta dove è iniziato un percorso lungo e difficile ma pieno di soddisfazioni. Da sempre in agricoltura biologica, dal 2002 in biodinamica i suoi vini hanno il carattere e l'eleganza di una donna che con passione e dedizione ha trasformato il suo sogno in realtà. Nel calice un rosso rubino luminosissimo, con profumi di fiori secchi, frutta sotto spirito e liquirizia. In bocca, fine e persistente, con tannini morbidi perfettamente integrati. Il suo Brunello 2006 può essere definito unico, per me emozionante. Bevuto a Verona in compagnia di Stella.

Share