25 Percorsi
L’infinito desiderio
di Massimo Niccolai   

Share

Desiderio, attrazione, avvicinamento, percezione, contatto, estasi, distacco, ritorno, possesso…Trasformazione. Qualcosa di innato a cui difficilmente riusciremo a dare una risposta, solo accettarlo così come è: il desiderio. E poi, girarsi, trovare negli occhi di qualcuno che non sai chi sia quel qualcosa che inevitabilmente non puoi non considerare; ti attrae e tu attrai è così e basta due entità che nonostante tentino di resistere non possono fare a meno di incontrarsi. E allora si avvicinano trovano i mezzi che superano ostacoli in altri momenti insormontabili, le difficoltà non esistono sono solo un mezzo per assaporare ancora di più quel momento in cui cominci a percepirti a sentirti. I sensi si dilatano e tutto avviene solo perché deve avvenire e basta, finalmente il contatto. Ti sfiori e ogni attimo è preludio a qualcosa di più alto, che deve ancora arrivare: l’estasi. Quel momento così eccelso è anche preannuncio di una fine e nello stesso tempo di un ritorno del desiderio. Possesso, ma forse trasformare ogni attimo in modo da vivere l’estasi ripartendo da capo come se fosse una cosa nuova ma sempre intensa lasciando il tutto nel suo mistero più oscuro sapendo che la potenza che permette di superare le montagne sta proprio lì, in quel mistero.

Share