8 sQuola
Chewingum&Piercing
di Leonardo Romanelli   

Share

Entrò con i jeans strappati con cura, da tutte le parti, un esercizio di stile effettuato su una tela: “Sei cascato di motorino?”, chiese il professore con la voce a metà tra il preoccupato e il canzonatorio. Il ragazzo lo guardò stupito ed esclamò: “No, perché? Sono venuto in autobus!”, osservandolo in maniera commiserevole. Un altro studente bussò perché in ritardo, aprì e si fermò sulla soglia: calzoncini corti e infradito. “Pensi di essere in spiaggia?”, affermò con voce grave il professore, sempre più sconsolato. “No perché?” - disse il giovane studente -. Lì ci vado in costume!”. Nel mentre, una ragazza in fondo all’aula, masticava chewingum in maniera svogliata, osservando la scena distaccata. Si alzò, maglietta sopra l’ombelico, piercing sulla lingua e tatuaggio sul collo. Si avvicinò all’insegnante e chiese: “Va bene se mi presento così per lo stage in albergo?”. Lui la guardò attonito, poi un sorriso e con uno sguardo pieno di ironia incompresa le sussurrò: “Perfetta!”.

Share