24.Da Torino
Il Mao in cortile
di Stefania Bertola   

Share

Perdersi a Torino non è facile, le vie dritte, gli angoli retti non aiutano, è quasi inevitabile ritrovarsi proprio dove si voleva andare. Nel Quadrilatero, però, le vie si imbizzarriscono, sono strette, partono deviazioni che non arrivano da nessuna parte, e può capitare di ritrovarsi senza averlo voluto davanti al MAO: quale nome poteva essere più beneaugurante per il nuovo Museo di Arte Orientale? Il MAO si trova in uno dei meravigliosi cortili segreti di Torino, all’angolo fra via San Domenico e via Sant’Agostino, e ha spazi dedicati alla Cina, al Giappone, all’India, ai paesi del sudest asiatico, all’area dell’Himalaya e ai paesi islamici. Se amate il blu e non volete complicazioni, andate dritti filati all’Islam, e incantatevi davanti a medaglioni, rosette e piastrelle invetriate di Damasco: fregi senza volto turchesi e oltremare su sfondi acquamarina e celesti, sfumature fiordaliso con contorni genziana, volute lavanda e distese azzurre. La mente si tranquillizza, e fuori il caldo ha una più lieve densità.

Share