16.Ri-cercata
Pedinate quel virus
di Clara Ballerini   

Share

Ci stiamo fabbricando le nostre future pandemie. H1N1, conosciuto ai più come virus dell’influenza suina, ne è la prova. I virus influenzali affidano la loro sopravvivenza ed il loro successo alla rapida capacità di ricostruirsi una nuova identità. H1N1 ha fatto di più: è padrone di identità multiple. Infatti lo studio accurato del suo genoma (l’insieme di geni che determina inequivocabilmente ogni sua funzione) rileva la presenza di pezzettini provenienti da virus umano, aviario e suino. Come ha fatto? Soprattutto grazie ai grandi allevamenti è circolato indisturbato rimbalzando più volte fra uomo e animale così da essere in grado di fare ciò che più ci spaventa: infettarci con efficacia. Cosa farà adesso? Se da un lato la storia ci insegna che spesso i virus influenzali si muovono dall’emisfero nord al sud e poi spariscono per decenni, dall’altro l’esperienza ci insegna che le previsioni sul comportamento dei virus hanno una caratteristica in comune: vengono facilmente smentite. Due attualmente le strategie di difesa che permettono di non rassegnarsi all’inevitabile: elaborare rapidamente il vaccino e pedinare il virus senza perderlo di vista un attimo. Fino alla prossima emergenza.

Share