9.Percorsi
Sbloccato
di Massimo Niccolai   

Share

“...il primo e vero narratore è e rimane quello di fiabe...” così diceva W. Benjamin. E questo è quello che ho fatto in un reparto psichiatrico dell’ospedale per persone in crisi acuta. Mi avevano invitato a partecipare ad un progetto di lettura, devo dire che la cosa mi impauriva. Non sapevo come poteva svilupparsi questa esperienza, non riuscivo a pensare a cosa avrei potuto fare, ero molto ansioso. Avevo già lavorato con la lettura ma solo all’interno di centri diurni con persone conosciute. Comunque portai un po’ di libri, poesie e racconti, ma non riuscivo a capire cosa mi irrigidisse. Un giorno fu un ricoverato che, forse, percependomi così, mi si rivolse dicendomi di rilassarmi e di aspettare, qualcosa sarebbe sicuramente accaduto. Così chiusi i libri e mi misi a conversare delle loro e delle mie cose. In quel momento mi ero tolto la veste di operatore, ero diventato un avventore di non so quale luogo, parlavamo una lingua comune e non c’erano più barriere fra noi.

Share