24. La cupola del Cibrèo
Un verre de vin rouge
di Marc Osouf   

Share

L’antichissima tenuta Avignonesi, nella zona di Cortona, ripresa nel 1974 dai fratelli Salvo, ha la particolarità, sui 109 ettari di vigne, di esaltare i vitigni autoctoni e di aver accolto con grande padronanza alcuni vitigni internazionali: Chardonnay, Sauvignon blanc, Cabernet-sauvignon, Merlot et Pinot nero. Lo Chardonnay “Il Marzocco” 2007 allea forza e finezza, è un must della casa da più di vent’anni: grande eleganza esaltata da una mineralità, vedi anche aggressività, in linea con la coerenza d’intenti di Avignonesi. Quanto al vino Nobile di Montepulciano, al centro dell’attività della tenuta, è il risultato di un complesso assemblaggio di Prugnolo gentile (San Giovese locale, Canaiolo mammolino). Il 2006, qualitativamente molto buono e dal buon rapporto qualità prezzo, è meno acido del 2004, segnato dalla presenza di more nere. Vinoso, quasi facile, con sentori di violetta, ciliegia, dai buoni tannini, questo vino esalta le carni grigliate e i formaggi. Avignonesi non delude.
Bevute a Parigi le annate 2004, 2006 e 2007.

Share