5. Libro
Scusate l'anticipo
di Martino Ferro   

Share

Barry Gifford (Chicago 1946) è uno scrittore pulp, beat e a volte splatter. È una miniera di paesaggi, invenzioni, personaggi spietati e romantici. In Italia lo conosciamo per alcuni film (Cuore Selvaggio, Strade Perdute, di David Lynch) tratti dalle sue storie. Nel ’93 è stato insignito del prestigioso Premio Brancati. Dei suoi romanzi Lynch ha detto: “È come guardare nel Giardino dell’Eden prima che le cose andassero storte”. Storie selvagge è un libro di magia, di sesso, di uomini e organi che attraversano la frontiera tra Stati Uniti e Messico. È anche una storia d’amore. Ne è stato tratto un film, Perdita Durango, di De La Iglesia, con Javier Bardem (Mare Dentro, Non è un paese per vecchi), e un fumetto disegnato da Scott Gills per la collana di Art Spiegelman (Maus). In un passaggio si parla del traffico di eroina. Si dice (siamo nei primi anni ’90) che viene da nuovi ‘amici’ della zona Pakistan-Afghanistan: “fondamentalisti religiosi addestrati dalla Cia”, Talebani insomma. “Sentiremo ancora parlare di loro”, conclude, mostrando le due torri in fiamme.

Share