8. Percorsi
Si può fare
di Massimo Niccolai   

Share

Parlare di salute mentale in così poco spazio è molto difficile ma non così impossibile. Ho visto un film: Si può fare tratta di un’esperienza fatta molti anni fa da una cooperativa che si occupava del reinserimento di pazienti psichiatrici nel sociale attraverso il lavoro. Mi ha colpito in particolar modo il dialogo tra un sindacalista e un paziente che si svolge nelle prime battute del film e che recita all’incirca così:

Il sindacalista: “il cliente va soddisfatto... bisogna eseguire il lavoro a regola d’arte...”

Il paziente, risponde: “...tanto ci pagano ugualmente...”
Ebbene accettare quel “...tanto ci pagano lo stesso...” vorrebbe dire arenarci, separarci, rinchiuderci e rinchiudere. Camminando assieme su percorsi... condivisi tentiamo di riconquistare quei gesti, quelle emozioni da cui invece la malattia allontana sia noi stessi che il mondo intero. Qui cercherò di raccontare questi percorsi e come dice un mio paziente in una sua poesia:

“…ascoltatemi, mentre cammino vi porto la mia vita, apprezzatela”.
A presto.

Share