25. La cupola del Cibrèo
L'orto
di Stefano Pissi   

Share

 

Cynara scolymus, il carciofo, come lattughe e le margherite è una pianta della famiglia delle composite... piccoli fiori che compongono una più grande infiorescenza. Violetti, romaneschi, catanesi sono diverse varietà che l’uomo nei secoli ha selezionato addomesticando il suo progenitore selvatico: il Cardo - C. Cardunculus. La pianta del carciofo è un’essenza mediterranea; si pensa sia stata allevata e coltivata dagli Etruschi  - o come sostiene un noto cuoco fiorentino - dai Persiani.  Sono stati poi gli emigranti italiani a diffondere la specie in America, un ringraziamento posticipato per averci fatto avere i loro ortaggi: peperoni, patate e pomodori. Nei nostri orti il carciofo segna i confini. Lo si ritrova lungo le recinzioni, accosto ai muri dove in primavera si avvantaggia per il maggior calore, vegetando in anticipo rispetto alle piante che stanno in pieno campo. A maggio del carciofo mangiamo il fiore prima che si apra per essere impollinato da api e bombi. In autunno e a fine inverno, per il bene del nostro fegato, possiamo raccogliere e mangiare i carducci amari, riproduzione vegetativa della pianta.

 

 

Cynara Scolymus - I disegni di Lucio Diana:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share