19 Pieni d'Islam
Quella Sophia eterna musulmana così simile alla Beatrice dantesca
di Giovanni Curatola   

Share

Non facile, ovvero difficile. Un grande mistico sufi musulmano, forse il più grande, Muhyi ‘l-Din al-Ta’i ibn al-‘Arabi (1165-1240), si sofferma spesso sulla sua opera Sophia aeterna (una sorta di Beatrice dantesca, quella che non a caso si chiama anche Madonna Intelligenza), e sull’intelligenza femminile – nell’Islam quella di Maryam, per noi Maria – all’origine di tutto per via della creazione di Adamo ed Eva. Scriveva il filosofo Henry Corbin (L’intelligenza creatrice): “Per raggiungere la contemplazione della sua totalità che è azione e passione, egli [Adamo] deve contemplarla in un essere la cui stessa attualità, ponendo quell’essere come creato, ponga ugualmente quell’essere come creatore. Ora, tale è l’essere femminile, Eva, che è immagine della compassione divina, creatrice dell’essere da cui ella stessa è creata – ed è per questo che l’essere femminile è l’essere per eccellenza in cui l’amore mistico (che coniuga per trasmutazione reciproca lo spirituale e il sensibile) si lega all’immaginazione teofanica per eccellenza”. Non saprei dire meglio come l’emozione sia donna.

 

Share