31 L'orto
Coltiviamo l’utopia del giaggiolo
di Stefano Pissi   

Share

Il giaggiolo - specie iris -, il simbolo della città di Firenze, è una pianta erbacea della famiglia delle iridacee. É specie rustica che fiorisce una volta l’anno, di maggio. Sulle colline del Chianti viene coltivata a formare basse siepi. Come città antica anche Firenze ha eretto mura alte e costruito porte per difendersi dall’esterno, da una umanità antagonista, perché non conosciuta, e dal bosco, la natura poco addomesticata. Progresso. Progressivamente la cinta delle mura si è allargata, poi le porte si sono aperte. In questa evoluzione anche il giaggiolo ha contribuito a fare la sua parte; i coloni, mezzadri, lo coltivavano per ricavarne la radice commercializzata fino in Provenza, per la cosmesi. Siamo nell’8oo. Ci apriamo all’esterno per farci conoscere, ci apriamo per conoscere gli altri. C’è un progetto - un’utopia? - che come brace sotto la cenere rimane caldo perché vivo. Coltivare la propria città come un orto fiorito, luogo aperto da vivere. Mettere a coltura gli spazi verdi abbandonati e tornati bosco, dentro la città e nelle periferie, come metodo attivo di abitare Firenze. Trasformare gli incolti in zone conosciute perché abitate e mantenute, la prima mossa, fatta perciò dai cittadini stessi perché coltivatori e cultori della propria casa da aprire agli altri. Coltivare il giaggiolo non è impossibile.

 

Disegno di Lucio Diana

Share