Luglio 2010
1 Motori affettivi
Diversamente abili
di James O Mara   

 

 
2 Editoriale
Immagina ciò che va amato infinitamente
di Fabio Picchi   
Se toccandola sentirete correre un brivido lungo tutto l’avambraccio, se vedendola vi sentirete persi nell’emozione, dovrete abbracciarla per tutta una vita. Oggi amare una moglie, soggetto e persona, è un atto assolutamente rivoluzionario,
[...]
 
4 Occhio di bue
Bucchi 2010
di Massimo Bucchi   
[...]
 
6 Dylan Bob
Si può piangere per una tromba
di Marco Poggiolesi   
“Il musicista ha a sua disposizione degli strumenti finiti, imperfetti, ma è l’unico ad essere capace di squarciare con questi la prigione della finitezza e attingere l’infinito, la perfezione, la verità”. È necessario sorprendersi piangere senza vergogna mentre si ascolta il suono di una tromba
[...]
 
8 Classika
Donatori di musica aiutano a guarire
di Gregorio Moppi   
Empatia emotiva per il tramite della musica. Un’esperienza che aiuta i malati di cancro a sentirsi meno soli durante la degenza in ospedale. Concerti in corsia durante i quali pazienti, medici, infermieri (senza pigiami né camici), i loro parenti e i musicisti si ritrovano insieme al suono di Mozart o del jazz.
[...]
 
10 Motori affettivi
L’insostenibile pesantezza di certi test del Q.I.
di Andrea Marchetti   
Ho insegnato molti anni ad alunni diversamente abili alcuni dei quali presentavano deficit intellettivi gravi. Spesso di fronte ai test per stabilire il loro Q.I. (quoziente intellettivo) i risultati raggiungevano livelli estremamente bassi. Di conseguenza il loro successo nella vita risultava precluso.
[...]
 
12 Polvere di stelle
Oroscopo del mese: Cancro 21 giugno-22 luglio
di Ernesto De Pascale   
I nati nella prima e seconda decade risentiranno della variazione ionosferica in trigono con Tremonti, che per evitare di mettere le mani nelle vostre tasche ha dato l’incarico alla BP di trivellarle. Schema karmico della busta paga negativo per i nati nella terza decade, che vedranno
[...]
 
14 Gatti
L’intuito felino che fa scegliere il ponte giusto
di Kate Mc Bride   
Did intuitive intelligence lead our due gatti to their chosen home under the Ponte alle Grazie? My guess is yes… They are fed and have a place out of the weather with a view people travel from far and wide to see. According to locals in the know, they choose to be there and from the look
[...]
 
16 Ri-cercata
Come non perdere il contatto con la realtà
di Clara Ballerini   
Gli scrittori lo sanno da sempre, basti pensare a Lo straniero di Camus: senza un accordo pre-logico e pre-intenzionale perdiamo il contatto vitale con la realtà, con il mondo e con gli altri. In questi termini l’intelligenza emotiva, recentemente ridefinita da Goleman common sense,
[...]
 
18 La memoria
Croce del Sud, la notte in cui Vespucci scoprì quattro stelle mai viste
di Luigi Settembrini   
A proposito di intelligenza emotiva voglio ricordare che, per secoli, Firenze ne è stata la patria. Cittadini di quella patria, di quell’intelligenza, furono tre straordinari protagonisti di cui nei prossimi anni ricorreranno gli anniversari della nascita
[...]
 
20 Cinema
Finalmente ho capito che non parlavo la mia lingua
di Juan Pittaluga   
J’ai mis des années à comprendre que je ne parlais pas dans ma langue. C’était il y a longtemps, j’avais pris alors en vain, l’habitude de me perdre au bout de la nuit pour essayer de trouver les mots à cette chose qui se disait en moi. C’est que je ne parlait encore ma langue.
[...]
 
22 La ricetta
Per dessert un “crosticino” di pane
di Fabio Picchi   
Tuffate crosticine di pane dove volete, nel ragù che sobbolle lentamente, in un pesto appena fatto, dentro una fresca pomarola, in una livornese, in una tazza d’olio con sale e pepe (perdonatemi ovviamente, io extravergine toscano, voi del vostro territorio) ed otterrete
[...]
 
24 L'orto
La natura è una maestra di vita
di Stefano Pissi   
L’essere umano, tutto il mondo naturale, tende alla vita. I segnali che percepiamo sono conosciuti, infiniti quelli da cogliere sia dentro che fuori di noi. Il sangue che scorre nelle vene è uno fra i più palesi, la sua cinetica ci permette la vita ma, all’evoluzione delle specie non basta
[...]
 
3 L'erba voglio
Nel bosco impari a distinguere una fragola e un lupo
di Caterina Cardia   
Passeggiare per un campo o per un prato e saper distinguere le erbe che ci sono. Subire le emozioni o cercare di capire i sentimenti di cui sono fatte. Al piacere di una passeggiata, se si conoscono gli elementi della natura, si può aggiungere quello
[...]
 
5 Gesti Teatrali
Eravamo più intelligenti quando eravamo stupidi
di Alberto Severi   
Zuppa (più soft: pacchina)era lo scappellotto assestato su una collottola appena falcidiata dal barbiere. Il nocchino consisteva invece nel colpo inferto sulla calotta cranica dei più tardi, con le nocche del pugno chiuso, quasi a sondare, tramite la risposta sonora, l’effettiva presenza di un cervello,
[...]
 
7 Esplorazioni
In cerca della tribù che non esiste nelle enciclopedie
di Raffaele Palumbo   
Per decenni Sydney Possuelo ha cercato di contattare gli isolados. Lui, l’ultimo dei sertanisti, esploratore brasiliano che ha dedicato la vita agli indios della foresta amazzonica, per anni ha cercato di contattare quelle tribù che mai prima avevano visto l’uomo bianco.
[...]
 
9 Percorsi
Dal Piccolo Principe a Invictus il Bene si vede con il cuore
di Massimo Niccolai   
“Non si vede bene che col cuore.
L’essenziale è invisibile agli occhi.”
Tratto da Il Piccolo Principe, Antoine de Saint-Exupéry
[...]
 
11 Incontri
Era la stessa canzone ma ogni sera diversa
di Ernesto De Pascale   
Quarantacinque anni dopo un inno di strada e di vita vissuta come Like A Rolling Stone. Sul palco della recente tournee italiana l’autore, Bob Dylan, ne riduce l’immenso significato rivelatorio, tanto grande da farci scrivere su un intero libro dal giornalista Greil Marcus,
[...]
 
13 Una Stella a Firenze
Un bimbo perduto conta più della ragion di Stato
di Stella Rudolph   
Anche la mente dello storico, aguzzata dal mestiere di raccogliere e interpretare dati, ha bisogno di un refolo di empatia nel riguardo del soggetto che indaga, onde trarre dall’erudizione i risvolti più profondi e talvolta sconfinanti nella poesia. È quanto si prova nel leggere una toccante lapide sepolcrale
[...]
 
15 Lasciate che i bambini
Che voglia di abbracciare il Marte di Velazquez
di Tomaso Montanari   
Chi è il più grande artista di tutti i tempi? Impossibile dirlo, ognuno di noi ha il suo preferito.
Il mio, ad esempio, è Diego Velázquez.
Perché?
Perché i suoi quadri – come quelli di nessun altro – contengono
[...]
 
17 La storia
Il dolore di una donna diventa universale
di Monica Capuani   
Il dolore di Marguerite Duras è la cronaca lucida dell’attesa del marito Robert Antelme, deportato ad Auschwitz. Quel dolore assume una portata universale, si estende come una macchia d’olio alla dinamica male-sofferenza alla quale l’umanità non sembra capace di rinunciare.
[...]
 
19 Pieni d'Islam
Quella Sophia eterna musulmana così simile alla Beatrice dantesca
di Giovanni Curatola   
Non facile, ovvero difficile. Un grande mistico sufi musulmano, forse il più grande, Muhyi ‘l-Din al-Ta’i ibn al-‘Arabi (1165-1240), si sofferma spesso sulla sua opera Sophia aeterna (una sorta di Beatrice dantesca, quella che non a caso si chiama anche Madonna Intelligenza), e sull’intelligenza femminile
[...]
 
21 Di line e di lane
Spuntò un vassoio d’arrosto e il nonno ritrovò il sorriso
di francesco   
La telefonata è secca. “Stanotte...il nonno... Se n’è andato”. Aveva superato da tempo i novanta e da qualche anno lo incontravo di sfuggita, quando andavo a Roma, in ricordo di una vita che non vivo più. Ma la telefonata ha aperto una breccia su un giorno di maggio del 1974
[...]
 
23 In vino veritas
Un Dolcetto in nome del padre
di Ugo Federico   
La semplicità è un dono inestimabile. Vedere le mani di un contadino che lavora la terra per piacere e convinzione è un privilegio. Ed è proprio così che mi sono sentito, privilegiato, nel poter bere un verre de vin rouge con colui che ha creduto nel suo lavoro e ci ha messo l’anima.
[...]