Febbraio 2011
1 Materie prime
di Nazzareno Barca   
 
 
 
 
2 Editoriale
Meno auto blu, più fornelli
di Luca Telese   
In fondo, anche in questi anni, e persino in questi giorni confusi e feroci, la ricetta della buona politica è molto più semplice da trovare di quanto non si possa immaginare. Per recuperarla, però, bisogna capire cosa è successo. E’ come se qualcuno fosse entrato nella cucina, e avesse confuso tutti gli ingredienti, sostituito la farina con la segatura scambiato i barattoli dello zucchero e del sale.
[...]
 
4 Ri-cercata
Capire di non aver capito
di Clara Ballerini   
Come abbiamo fatto noi biologi, geologi, naturalisti e nell’insieme studiosi della complessità del mondo e dei fenomeni naturali ad avere questo incredibile successo nonostante i nostri evidenti limiti? Come abbiamo affrontato la complessità che puntualmente ci si presenta e com’è stato possibile rendere il progresso scientifico affidabile?
[...]
 
6 Occhio di bue
di Massimo Bucchi   
 
8 Staino
LA SCIENZA IN CUCINA
di Sergio Staino   

La striscia è del 1980 e la scena rappresentata è rigorosamente autobiografica.
Anche la cucina, rappresentata con tanti dettagli, era la mia cucina. A quei tempi contribuivo rigorosamente allo svolgimento del cinquanta per cento dei lavori domestici mettendoci, come vedrete, anche un certo impegno. Bobo sta seguendo con attenzione le indicazioni del libro dell'Artusi cercando di conciliare le indicazioni della ricetta con le effettive disponibilità della dispensa. La prima scena descrive il povero cuoco alla ricerca disperata di una cipolla.



Non trovando la cipolla la sostituisce tranquillamente con dell'aglio. Quando l'Artusi gli chiede un bicchiere di Malvasia Bobo non ha che da offrire un bicchiere di rustico Chianti e, alla fine, non avendo la richiesta panna, si trova costretto a sostituirla con dello yogurt greco. Ma non crediate che si perda d'animo: in fondo dice tra sé, sono leggere varianti. Così, al momento del pranzo, giunge persino a stupirsi degli sguardi smarriti di moglie e figlia. "Beh? Cosa sono quelle facce?", chiede loro. Per poi concludere impunemente:

 
10 Gesti Teatrali
Il pesto sexy di Teresa
di Alberto Severi   
“Ovvìa, ora si va in Liguria”, annunciò Francesco, guidando a passo d’uomo nel garage del traghetto la 127 top nuova fiammante, con la quale, baldi ventenni, stavamo facendo il periplo della Sardegna, nella torrida estate del 1981. “Che c’entra la Liguria?”. Io, Filippo e la Stefania sospettammo che Francesco si fosse preso un colpo di sole.
[...]
 
12 Firenze romantica
di Giulio Picchi   
 
13 Dall'Armenia
Le rose dei monaci di San Lazzaro ci aprono una dolce porta d’Oriente
di Sonya Orfalian   

L'essenza profumata delle rose veniva catturata mediante bollitura dei petali. Poi veniva aggiunta la neve sciolta delle pendici dell’Ararat, il bolo rosso d’Armenia e una miscela di semi aromatici. Per il Vartavar - festa delle rose e della dea Anahit - tutto il popolo si riversa ancor oggi nelle strade e con danze e musica, tra giochi e spruzzi d’acqua di rose, rende omaggio al fiore adorato dagli antichi.

[...]
 
16 Sintesi
Dalle Piramidi a Mirafiori
di Milly Mostardini   
Non vedo una ricetta che tenga, né politica, economica, sociale, globale o nazionale, di sindacato o d’impresa, che sul momento e da sola, possa contenere l’effetto e il seguito dei fatti di Mirafiori. Di quel referendum in Fiat, strumento tanto democratico quanto condizionato da un contesto, una situazione, una partecipazione di settore.
[...]
 
18 Da Tel Aviv
Due nonne in cucina a gara di “pesce ripieno”
di Sefy Hendler   

Non c'è miglior cucina di quella della mamma, a parte quella della nonna, ovviamente. Questa è l'origine, la madre di tutte le cucine, il cibo più saporito che non dimenticheremo mai. E quelli tra di noi che hanno avuto la fortuna di crescere con due nonne a prendersi cura di loro, si sono goduti una doppia esperienza.

[...]
 
20 Gatti
I gradini degli innamorati
di Kate Mc Bride   

On good authority we recently learned that our due gatti, ensconsced under the Ponte alle Grazie, once lived near the long wide steps of Piazzale Michelangelo. The steps are a famous for lovers, undistracted by the expansive view of the city of Florence.

[...]
 
22 Incontri
Georgia e la Bluesmobile
di Ernesto De Pascale   
Ricetta ed identificazione del Blues e della corretta vita gospel da bluesman, ovunque voi siate:
Chiedere acqua e ricevere indietro benzina.
[...]
 
24 Lasciate che i bambini
Gian Lorenzo, il gran maestro pasticcere del marmo avanzato
di Tomaso Montanari   

Se nella grande cucina delle rovine di Roma antica trovate un po’ di marmi vecchi, potete ri-usarli per costruire un mondo, tutto nuovo, di colori, di macchie, di disegni fantastici. È una vecchia ricetta del maestro Gian Lorenzo: il più gran pasticcere del marmo avanzato.

[...]
 
26 Da Mosca
Peperoni e tonno in salsa russa, il piccante che viene dal freddo
di Marina Turova   

(сладкий перец под соусом из тунца )
Для 4 персон

Сладкий перец ( красный, желтый, зеленый)- 8 штук
Оливковое масло - 100 грамм или полстакана

[...]
 
28 Pieni d’Islam
E i persiani inventarono la ceramica per frenare l’invasione cinese
di Giovanni Curatola   

Ci sono di mezzo i cinesi, sempre loro! All’inizio dell’IX secolo d.C. spedivano in Medio Oriente una tale quantità di vasellame in porcellana monocroma a basso costo di produzione e prezzo di vendita da mettere fuori mercato i vasai arabi locali. La documentazione archeologica – migliaia di frammenti rinvenuti nei naufragi lungo le coste – non lascia dubbi.

[...]
 
30 Cinema
Il primo segreto? Non riparare la tv
di Juan Pittaluga   

Pour faire un bon film il faut parcourir quatre étapes. Premièrement voir tous les films des six réalisateur qu’on aime radicalement. Deuxièmement, ramasser toute la passion et le courage qu’on puisse se trouver et faire un petit film soi-même. Troisièmement, revoir de tous ces films, ceux qu’on aime toujours. Puis alors refaire un nouveau film, un peu plus long, avec plus de passion et de courage qu’avant.

[...]
 
32 Un verre de vin rouge
di Ugo Federico   
Nel podere Fortuna, antica proprietà della famiglia De’ Medici, dove già nel 1600 si coltivavano viti basse e a pioppo, nasce l’Ardito, frutto di una ricetta molto particolare, quasi azzardata. Vino fuori da ogni schema, un assemblaggio di Pinot noir e Merlot che riesce a sorprendere anche per la sua inconsueta diversità.
[...]
 
3 Poesia
Ospita
di Fabio Picchi   
Se l’abitudine ti sorprende
Sorprendi l’abitudine
Sii fedele alla vita
e infedele al pensiero
Sii fedele ai profumi
e infedele ai sapori
Sii fedele all’ascolto
e infedele al silenzio
Renditi povero se sei ricco
e viceversa
Mangia patate che sono le tue stelle
Sporcale d’olio
e sii riconoscente
a chi prima di te
innamorandosi di un gesto
si è reso immune
alla pavidità
generando generosi condimenti
per pani e terre
intrise e intrisi senza tradimenti.
 
5 Ricorsi storici
Le somiglianze pericolose
di Luigi Settembrini   
“La situazione politica in Italia è grave ma non seria”, questo il celebre aforisma/ricetta sul paese di Ennio Flaiano, ai tempi della prima Repubblica. Siamo un popolo mediterraneo a cui è mancata l’ossatura di una vera cultura borghese. Un popolo che ha sempre avuto bisogno di un doge, un Papa, un principe, un padre padrone.
[...]
 
7 Valigia dell'attore
Quei croccantini in rime
di Alessio Sardelli   
Tanti copioni nella mia libreria. Ne sfoglio uno che in particolare ricordo con piacere: Cyrano de Bergerac, poeta d’amore. Sorrido ripensando a Fantozzi. Ma che c’entra, direte voi? Eh, c’entra c’entra. Il protagonista della storia era interpretato nientepopodimenochè da Anna Mazzamauro conosciuta ai più come la signorina Silvani, donna bramata dal ragioniere!
[...]
 
9 Luci della città
Solo materie prime no Ogm per le pietanze del mio teatro
di Giancarlo Cauteruccio   
Quest’anno celebro 20 anni di direzione artistica al Teatro Studio di Scandicci e, nonostante le note vicende economiche del mondo del teatro e della cultura, non potevo non preparare una ricetta d’eccezione.
Nel fare la spesa, fase fondamentale per ogni chef che si rispetti, ho scelto soltanto materie prime no Ogm per preparare le pietanze da offrire ai miei commensali della scena.
[...]
 
11 In scena a febbraio
Piccoli teatri crescono in Toscana dalla legalità dei Marziani a C’è del marcio in Danimarca
di Tommaso Chimenti   
Chi dice che a Firenze, o in giro per la Toscana, non ci sia niente di buono, non apre i giornali. E l’ignoranza, si sa, non è ammessa. Piccoli teatri crescono. Sembrano non accusare la crisi, né tanto meno si sono rassegnati. Non fanno spettacoli ma pièce, non allestiscono cartelloni ma programmi.
[...]
 
15 L'intervista
Il brodo ristretto di Marlene
di Monica Capuani   
Anni fa ho conosciuto un’elegante signora che lavorava nel mondo della lirica, Giovanna Lomazzi. Complici amicizie in comune, un giorno ha accettato di rinunciare alla sua ferrea riservatezza e farsi intervistare. Per dieci anni, era stata accanto a Maria Callas in tutte le sue tournée. Dei suoi racconti, mi è rimasta impressa una nota culinaria.
[...]
 
14 Erba voglio
Lungo il fiume a cercare la coda cavallina
di Caterina Cardia   
A metà marzo andate a cercare, in luoghi molto umidi o lungo corsi d’acqua della cui salubrità siete sicuri, l’equisetum arvense o coda cavallina. Pianta comunissima in tutta l’Italia centrale, lungo un corso d’acqua, durante l’inizio della primavera, molto probabilmente vedrete dei fusti simili a scopette, alti fino a 60 centimetri, fatti di aghi verdi uguali a quelli del pino.
[...]
 
17 Una stella a Firenze
Metti una sera del 1937 a Kyoto un menu da leggenda con quindici portate
di Stella Rudolph   

Si dà il caso che talvolta un menu sia non solo la lista di vivande che implicano delle ricette per la loro preparazione ma addirittura esso stesso una ricetta utile a gettar luce su una precisa congiuntura storica. Ne ho scovato una preziosa reliquia tra le carte della mia intrepida madre Phyllis, relative ad un lungo viaggio che compì ancora nubile nell’Estremo Oriente.

[...]
 
19 Da Varsavia
Zurek, quando la minestra è meglio del dessert
di Tessa Capponi   

Żurek jest dla mnie najlepszą zupą w całej polskiej kuchni.
Jak wszyscy wiemy jest przygotowywana na bazie zakwaszonej mąki zytniej aromatyzowanej czosnkiem.

[...]
 
21 Classika
Mozart fa bene all’uva
di Gregorio Moppi   
Mozart è la ricetta. Un ingrediente solo che si trova facilmente, a poco prezzo. Assumerne dosi misurate pare garantisca smisurati effetti benefici, non solo allo spirito. Lo confermano studi scientifici serissimi.
[...]
 
23 Dylan Bob
Un piatto di jazz
di Marco Poggiolesi   
Prendete il pianoforte di Bill Evans, aggiungete il contrabbasso di Scott LaFaro e, proprio come fossero dei vecchi mestoli di legno usate le spazzole di Paul Motian per mescolare bene. A questo punto appoggiate il tutto nel vostro stereo avendo cura di impostare il volume a fuoco medio.
[...]
 
25 Passato e futuro
Elogio della frittura: come vivere per sempre felici e contenti
di Raffaele Palumbo   
Ho sempre creduto che la cucina, il cucinare, il cuocere, il preparare da mangiare fossero le grandi metafore della vita e delle grandi espressioni del nostro vivere. Come scrivere. Le similitudini tra lo scrivere e il cucinare sono numerose, al punto da rimanerne impressionati. Si può mandare avanti una scuola di Creative Writing solo parlando di cucina e dando delle ricette.
[...]
 
27 Libro
I due testi sacri per imparare a scrivere una buona sceneggiatura
di Martino Ferro   
Che differenza passa tra una sceneggiatura e un menu? Nessuna, a ben vedere. Entrambi preludono a un’esperienza sensoriale, che si consuma prevalentemente in compagnia, seduti sulla poltrona di un cinema, in un caso, o attorno a un tavolo nell’altro. In entrambi i casi c’è un’introduzione (gli antipasti), un inizio (il primo), un climax (il secondo) e un epilogo (dolce e caffè).
[...]
 
29 Di line e di lane
La fine del mondo parte dall’Asia
di Pietro Jozzelli   
L’asceta rifugge dal mondo, Vasco sta ancora cercando una vita spericolata, piena di guai. Vecchie contrapposizioni, che il pensiero unico, e debole, quel gran fanfarone, pensava di aver livellato e sconfitto con lo schiacciasassi del tutto uguale a tutto ovvero dell’ininfluenza relativa di ogni scelta.
[...]
 
31 Ricetta
di Fabio Picchi   
Prendete delle bietole costolute e dopo averle scottate in acqua salata tritatele e risaltatele con degli spicchi d’aglio precedentemente fatti dorare con un’abbondantissima noce di burro. Aggiungete olio, peperoncino e pepe per condirvi spaghetti detti al cacio e burro arricchiti. Se avete voglia di variare aggiungendo un tuorlo d’uovo potete farlo.
[...]
 
33 L’orto
di Stefano Pissi   

Credo nella ricetta come il riassunto ordinato di una moltitudine di prove, sbagli ed esperienze fatte per gli altri da un altro individuo. Alla fine, la sintesi esaustiva di tutto il vissuto viene fissato, scritto, per farne rimanere traccia, chiara e visibile a chi, fiducioso delle esperienze altrui decide di seguirla, q.b. più o meno fedelmente.

[...]